©2019 by studio Bettonica Leone 12296920155 - 06956090960

CHI SIAMO

Dal 1996 ci occupiamo di servizi legati all’architettura, all'architettura d'interni, al restauro e al design. Ogni progetto è ritagliato su misura, esclusivo e personale. Nel corso degli anni abbiamo approfondito l’interesse per il dettaglio sia nella progettazione architettonica che in quella del design di prodotto. Ogni lavoro unisce l’idea creativa alla realizzazione pratica portando ad una condivisione delle competenze architetto-designer e facendone l’elemento trainante della nostra proposta progettuale. L’esperienza architettonica spazia in diversi campi: ristrutturazioni ed arredamenti, restauro di edifici storici; allestimenti fieristici e store design. Redatto il progetto, ci occupiamo degli aspetti burocratici e tecnici, seguiamo l’impresa e la relazione tra impresa e cliente fino alla fine del processo di realizzazione, compresa la Direzione dei Lavori ed il collaudo.  Le varie fasi progettuali prevedono lo studio dei volumi e la distribuzione degli spazi, nonché i disegni degli arredi, la scelta dei materiali e dell'illuminazione. Il cliente viene coinvolto nel progetto e nelle scelte attraverso l’analisi di disegni particolareggiati e di modelli architettonici creando così momenti di confronto che portano alla definizione di ogni dettaglio. Con specifici consulenti vengono seguiti inoltre le strutture e gli impianti con particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente, del minor impatto ambientale e del risparmio energetico. Nel campo del design la progettazione è rivolta principalmente al settore illuminotecnico. Con l’azienda Cini&Nils realizziamo diversi prodotti di illuminazione innovativi e dall’alto profilo che sono il frutto di un intenso lavoro di ricerca e sperimentazione sulla luce e sulle tecnologie. Negli anni abbiamo collaborato anche con altri marchi tra i quali Colombo Design, Viabizzuno e Colico Design. Per i clienti privati, disegniamo e realizziamo inoltre pezzi unici e arredi su misura.

 

GIANCARLO LEONE

architetto

Giancarlo Leone, architetto, nasce a Catania nel 1964 e si laurea al Politecnico di Milano con la tesi “Architettura dei Gesuiti in Sicilia”. Inizia a lavorare tra Catania e Milano in collaborazione con lo studio di famiglia “studio Architetti Leone” redigendo i Piani Regolatori Generali di alcuni Comuni Etnei. Nella sua città natale progetta il primo intervento architettonico relativo ad una villa residenziale. Contemporaneamente a Milano si occupa di ristrutturazioni, restauro ed allestimenti. L’incontro professionale con Luta Bettonica avviene nel 1996 in occasione dei progetti del Centro Culturale di Roberto Baggio e del Ristorante Fandango, grazie ai quali ha inizio il sodalizio che ancora oggi unisce creatività progettuale e cura del dettaglio.

 

LUTA BETTONICA

designer

Luta Bettonica, designer, nasce a Milano. È titolare insieme a Giancarlo Leone dello Studio Bettonica Leone, presidente e direttore artistico di Cini&Nils, azienda produttrice di prodotti d’illuminazione. Appassionata di progettazione, cresce a stretto contatto col padre Franco Bettonica architetto e designer. Lo osserva lavorare, condivide opinioni e sviluppa la passione per ciò che diventerà in futuro il suo lavoro. Si diploma in Disegno Industriale all’Istituto Europeo di Design, quindi comincia l’attività di libera professionista nel campo del design. Nel 1996 apre insieme all’architetto Giancarlo Leone lo Studio Bettonica Leone a Milano. Grazie a questa collaborazione opera con soddisfazione nel campo dell’architettura e dell’arredo oltre che in quello del prodotto industriale.

 
 

Laureato in Architettura presso l’Università di Palermo nel 1953. Ha svolto la sua professione di Architetto a Catania dove è stato Presidente dell’Ordine degli Architetti (fondato dal padre Architetto Raffaele Leone 1897/1981) ininterrottamente dal 1971 al 1997. Insegnante prima (1953) e Preside, poi, dell’Istituto Statale d’Arte di Catania dal 1968 al 1993. Benemerito per “la Scuola, l’Arte e la Cultura” insignito della Medaglia d’Oro dal Presidente della Repubblica nel 1992. Ha fondato, tra il 1985 ed il 1990, gli Ordini degli Architetti di Siracusa, Ragusa ed Enna. Ha fondato, nel 1982, la Consulta Regionale degli Ordini degli Architetti della Sicilia; di cui ne è stato Presidente nel 1982. Dal 1990 al 1994 è stato primo Componente Architetto del Consiglio Regionale dell’Urbanistica (C.R.U.). Nel 1992 ha ricevuto la Medaglia d’oro dal Presidente del Consiglio regionale degli Architetti. Nel 1998 è stato membro del Consiglio Nazionale degli Architetti e dal 1998 referente del CNA per la Regione Sicilia. Ha progettato numerosi Piani Regolatori Generali dei principali Comuni Etnei, scuole di ogni ordine e grado, edifici di civile abitazione, edilizia popolare, edilizia ospedaliera, edilizia funeraria, edilizia alberghiera, ville private, stazioni ferroviarie, chiese ed edifici per il terziario. Per un totale di più di cento opere realizzate.

Architetto e designer, nasce e vive a Milano. Conseguita la laurea in Architettura nel 1953 abbraccia il settore del design industriale e lavora per conto di alcuni mobilifici che in quegli anni facevano dell’Italia la nazione leader del design mondiale, grazie allo stile del Bel Design. Lavora in proprio come architetto e arredatore ed occasionalmente si presta anche come artista e grafico per conto di aziende quali Nava, Cassina, Bernini e la Triennale di Milano. Negli anni 70 conosce Mario Melocchi con il quale comincia a lavorare in stretta collaborazione. Nell’arco degli anni disegna penne stilografiche, caschi per motocicletta, televisori, apparecchi mangianastri, mobili, interruttori per la casa, accendisigari, posate ed altri oggetti. Tra i clienti ci sono marche rinomate come Aurora, Bayer, Bernini, Courréges, Dlws, Ferrero, Gilette, Lancome, L’Oreal, Nestlè, Parker, Philips, Ricil, RCA Ronson ed altri. Dal 1969 per Cini&Nils disegna le collezioni da tavola e da bar, tavoli, scrivanie, portariviste, posacenere e lampade, oggetti e mobili alcuni dei quali troveranno ingresso nella collezione permanente del Museo d’Arte Moderna di New York. Tra questi la lampada Cuboluce che ancora oggi mantiene una salda posizione di successo sul mercato.